MASSAGGIO AYURVEDICO

MASSAGGIO AYURVEDICO A TORINO

Il massaggio ayurvedico è un massaggio che aiuta a rilassare il corpo e la mente, ha origini antichissime e può essere un valido aiuto per ripristinate l’equilibrio psicofisico della persona, attraverso movimenti che possono variare a seconda della persona che riceve il massaggio.

massaggi torino massaggio ayurvedico
Il massaggio ayurveda nasce in India come tecnica della medicina ayurvedica il cui scopo principale era quello di ristabilire l’equilibrio tra mente e corpo, come dicono le parole in sanscrito Ayu = Vita (o longevità) e Veda = scienza. Nella traduzione Ayurveda = scienza di lunga vita, obiettivo raggiungibile solo con l’equilibrio e il benessere della mente e del corpo.

PERCHE’ FARE UN MASSAGGIO AYURVEDICO

Il massaggio ayurveda è un massaggio più o meno dolce il cui scopo è di favorire la circolazione dei flussi vitali per mantenere il corpo e la mente in salute ed avere un aspetto giovane e sano, attraverso la stimolazione dei centri energetici dell’organismo: i chakra. Il massaggio ayurveda dona una sensazione di benessere generale, allontanando i sintomi di una vita stressante e sregolata come ansia, dolori di stomaco e tensioni muscolari a collo e schiena. A livello psichico, la sensazione di rilassamento e benessere, previene gli stati di ansia e i sintomi di stress, infondendo pace e aiutando a vivere meglio con sé stessi, con gli altri e con quello che ci circonda.

QUANDO FARE UN MASSAGGIO AYURVEDICO

Il massaggio Ayurvedico porta i seguenti benefici:

- elimina gonfiori e infiammazioni,
- favorisce la digestione rinforzando lo stomaco e l'intestino,
- aumenta la resistenza fisica,
- rinforza la vista,
- favorisce il riposo, 
- rinforza la pelle,
- accelera il processo di guarigione delle ferite,
- porta a un maggiore ascolto di sé e favorisce la calma mentale.


Inoltre il massaggio Ayurvedico prevede trattamenti della sciatica, dell'artrite, della costipazione, dell'obesità, delle slogature, dell'insonnia e la rimozione di altri squilibri

massaggio ayurvedico benessere torino

TECNICHE DEL MASSAGGIO AYURVEDA

Prima di iniziare il massaggio viene eseguito un test per capire la costituzione che caratterizza l’individuo (il test di Prakriti). La parola prakriti (o prakruti ) significa "natura", più precisamente è la "forma originale", da pra = inizio e kruthi = formare.

Il disagio compare quando ci si discosta da questa forma originale con un cambiamento a livello psicologico o fisiologico. Il test consiste in una serie di domande che riguardano l’aspetto fisico (non solo a livello esteriore) e l’aspetto emotivo.

Il risultato ci dirà che tipo di dosha è la persona. I dosha sono 3 e nella medicina ayurveda sono le forze vitali o umorali presenti ovunque nel corpo, regolano la funzione di ogni tessuto, di ogni organo, di ogni singola cellula e sono responsabili della natura psico-fisica dell'individuo.

Anche se in ognuno di noi sono presenti tutti e tre i dosha, la loro proporzione varia e si può avere la predominanza di un dosha, di due oppure di tutti. Il dosha è una caratteristica peculiare ed unica per ogni individuo e secondo tale misura la persona acquisisce particolari caratteristiche fisiche, mentali e caratteriali.
I dosha sono Vata, Pitta e Kapha.

In generale, si attribuisce la costituzione dosha vata (termine che indica etere e aria) a persone con caratteristiche di magrezza, leggerezza, e capacità di astrarre mentalmente; dosha pitta (cioè fuoco e acqua), a persone che hanno tra le loro caratteristiche coraggio, volontà, impulsività, costituzioni robuste e occhi magnetici; il dosha kapha (terra e acqua) è attribuita invece a persone massicce, solide, robuste e con una generosità interiore spiccata.


Il massaggio ayurvedico si pratica sulla pelle nuda coperta da indumenti intimi. Il massaggiatore usa un olio caldo. La tecnica consiste nello stimolare i Marma (i punti energetici attraverso i quali si sposta il Prâna= la vita, il respiro), con lo scopo di riequilibrare le funzioni organiche.

Dai piedi alla punta dei capelli, tutte le zone vengono massaggiate, una alla volta, con movimenti che permettono la ri-armonizzazione del corpo, tenendo conto dei diversi elementi che lo costituiscono: l’aria, l’acqua e il fuoco

Le tecniche del massaggio, comprendono sfioramenti, delicate percussioni, impasti:
• La tecnica di sfioramento: consiste nel trattamento del sistema linfatico e sanguigno. I suoi movimenti partono dalle estremità degli arti e terminano all'inguine o alle ascelle.
• La tecnica di percussione: consiste in leggere battiture eseguite con entrambe le mani su schiena, gambe e glutei per stimolare il sistema nervoso del ricevente. Viene utilizzata anche per rimuovere dolori di origine nervosa come la sciatica.
• La tecnica dell'impasto: consiste nel premere e sollevare tra il pollice e le altre dita i muscoli, per poi trattarli conferendogli nuova vitalità. Utile per rimuovere la cellulite.
• Lo strizzamento dei muscoli conclude il massaggio agli arti inferiori e superiori: i muscoli sono pressati per liberare il dolore dall'estremità dei piedi e dalle mani; successivamente, le articolazioni delle mani e dei piedi sono ruotate sia in senso orario che antiorario.


Nel massaggio Ayurvedico non manca la riflessologia plantare: attraverso la pressione di precisi punti collocati sui piedi del ricevente, si stimolano per via riflessa gli organi interni senza dover trattare questi ultimi in modo diretto. Genera un profondo senso di sollievo e relax.


Il massaggio ayurvedico va praticato con oli vegetali addizionati con poche gocce di oli essenziali a seconda dei dosha predominanti:
• Dosha Vata: si utilizza olio di sesamo (consistenza corposa) con aggiunta di oli essenziali come cipresso o rosmarino (fortemente balsamici) o zenzero e cannella (intensi e penetranti)
• Dosha Pitta: si utilizza olio di riso (consistenza leggera) con aggiunta di oli essenziali di lavanda o menta
• Dosha Kapha: si utilizza olio di mandorle (consistenza media) con aggiunta di oli essenziali di limone, chiodi di garofano o geranio


Nella nostra Associazione a Torino (Moncalieri) la stanza è preparata con cura dall’operatore, con questi accorgimenti:
• l’ambiente viene riscaldato alla temperatura che permette di ricevere il massaggio ayurvedico nel migliore dei modi e trarne tutti i benefici.
• la musica utilizzata è quella per la meditazione, classica o new age.
• l’incenso, insieme agli olii essenziali, profumano l’ambiente.
• l’atmosfera è rilassante con l’utilizzo di candele e lampade di sale.
• completa il massaggio ayurvedico una tisana scelta dal massaggiato

La durata di un massaggio ayurvedico è di 50 minuti + 30 minuti per il test

Vedi anche Massaggi Torino

Visite: 395